ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 

Castello di

Montegibbio

 Via Cà del Chierico

 Via per il Castello

 41049 Sassuolo MO

 

info@castellodimontegibbio.com

 

 

 

 

Castello  di 

Montegibbio


facebook
tripadvisor
instagram

La Corte

 


instagram
{

Seguici sui Social e su

 

cuore pulsante del castello

 un grande spazio centrale su cui si affacciano tutti gli edifici

 

Portale di accesso alla corte

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYXJjbywgaW5ncmVzc28ifQ==eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYXJjbywgaW5ncmVzc28ifQ==eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYXJjbywgaW5ncmVzc28ifQ==

Il grande portale d'accesso si trova al termine della salita che collega il parcheggio al castello. E' una struttura in stile barocco, aperta e realizzata nel corso del '600. In alto, al centro, era collocato uno stemma. Il portale più antico si trova ancora, tamponato, sulla sinistra dell'attuale. Realizzato in pietra arenaria, conserva una piccola immagine scolpita di un santo: una figura con funzione di protezione del luogo dai nemici e dalla cattiva sorte. Da qui si ha una visione completa del mastio, la torre principale del castello.

Locali di servizio, Alloggi e acetaia comunale

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYWNldGFpYSwgY2F2YWxsaSwgc2Vydml6aW8ifQ==eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYWNldGFpYSwgY2F2YWxsaSwgc2Vydml6aW8ifQ==eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgYWNldGFpYSwgY2F2YWxsaSwgc2Vydml6aW8ifQ==

Un grande edificio dotato di porticato da cui si accede ai ricoveri e locali di servizio. Tramite lingresso posto nel centro della struttura si raggiungono i piani superiori utilizzati come alloggi. All'ultimo piano si trova l'Acetaia Comunale di Sassuolo, inaugurata nel maggio 2003 è curata dai volontari dell'associazione custodi dell'arte dell'Aceto Balsamico di Modena - comunità di Sassuolo.

Locali di servizio, orto, frutteto e stalla

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjYXNhLCBjdXN0b2RlIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjYXNhLCBjdXN0b2RlIn0=

Un piccolo cancello mette in comunicazione la corte con l'orto del castello, posto a sud-ovest a fianco della casa del custode. Afianco del cancello si trovano le porte di accesso alle stalle, al fienile e altri locali di servizio.

 

Serra - Limonaia

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgbGltb25haWEsIHNlcnJhIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgbGltb25haWEsIHNlcnJhIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgbGltb25haWEsIHNlcnJhIn0=

Piccola struttura dall'interessante funzione: nel periodo invernale venivano posti al riparo dal freddo i vasi di agrumi, da qui la funzione di serra, mentre nella parte superiore, in corrispondenza delle porte di ingresso e delle lunette, vi era la "piccionaia" o "colombaia", spazio adibito all'allevamento dei volatili.

 

Mastio - Torre principale

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgdG9ycmUsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgdG9ycmUsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgdG9ycmUsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=

 La torre principale, che prende il nome di "Mastio", è la struttura più alta di tutto il castello. Conserva ancora le cicatrici medievali come, ad esempio, il portale sopraelevato in pietra. Abbassata nel corso delle  ristrutturazioni da parte delle famiglie nobili proprietarie del castello, conserva all'ultimo piano (non visitabile) una piccola sala completamente affrescata di azzurro.

I piani sottostanti, compresa la volta della sala da pranzo, sono andati perduti dopo il crollo dei piani interni alla torre causati da un problema statico dell'edificio stesso. Per questo motivo l'intera torre è stata "imbrigliata" e consolidata tramite tiranti.

 

Palazzo Marchionale

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgaW5ncmVzc28sIHBhbGF6em8sIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgaW5ncmVzc28sIHBhbGF6em8sIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjb3J0ZSwgaW5ncmVzc28sIHBhbGF6em8sIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=

 Il palazzo marchionale è il cuore della parte nobile del castello. Conserva al suo interno molti arredi, a differenza della maggior parte di palazzi e castelli che sono stati predati dei propri averi nel corso della storia. Ricostruito dopo il terremoto del 1501 dai conti Boschetti di Modena, dopo vari passaggi di proprietà, è stato acquistato nel corso dell' ottocento dalla famiglia Borsari di Finale Emilia che hanno compiuto le ultime grandi ristrutturazioni del complesso. 

 

Chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo

eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjaGllc2EsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjaGllc2EsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=eyJpdCI6ImNhc3RlbGxvLCBwYW5vcmFtYSwgY29sbGluZSwgbWFuaWVybywgc3RydXR0dXJhLCBjaGllc2EsIG1vbnRlZ2liYmlvIn0=

 Il palazzo marchionale è il cuore della parte nobile del castello. Conserva al suo interno molti arredi, a differenza della maggior parte di palazzi e castelli che sono stati predati dei propri averi nel corso della storia. Ricostruito dopo il terremoto del 1501 dai conti Boschetti di Modena, dopo vari passaggi di proprietà, è stato acquistato nel corso dell' ottocento dalla famiglia Borsari di Finale Emilia che hanno compiuto le ultime grandi ristrutturazioni del complesso. 

 

Canonica

eyJpdCI6IiJ9eyJpdCI6IiJ9eyJpdCI6IiJ9

 Il palazzo marchionale è il cuore della parte nobile del castello. Conserva al suo interno molti arredi, a differenza della maggior parte di palazzi e castelli che sono stati predati dei propri averi nel corso della storia. Ricostruito dopo il terremoto del 1501 dai conti Boschetti di Modena, dopo vari passaggi di proprietà, è stato acquistato nel corso dell' ottocento dalla famiglia Borsari di Finale Emilia che hanno compiuto le ultime grandi ristrutturazioni del complesso. 

 

Casa del custode

eyJpdCI6IiJ9eyJpdCI6IiJ9eyJpdCI6IiJ9

 Il palazzo marchionale è 

Edificio a pianta rettangolare, in cui si tovano gli alloggi del custode, e le stalle. Sovrasta il tetto una torretta.

La casa del custode è stata abitata fino a pochi anni fa dalla signora Vandina, l'ultima custode assunta dalla famiglia Borsari.

Create a website